C’è clima e clima… E anche alcune minacce velate

A cura di Andrea Pilati

Un punto di vista è un punto di vista, una visione soggettiva, discutibile da più soggetti che la vedono in modo differente.

Ma quando la questione è oggettiva, c’è poco da fare. O non si discute oppure si valutano le eventuali piccole varianti.

È il caso del clima, che ora sta calcando la scena insieme all’arrivo, presso le nostre coste, di altri esseri di dimensioni non più nanoscopiche, come i precedenti virus mortali, ma a grandezza d’uomo, dotati di mascherina azzurra su pelle scura. Tutto come ai bei tempi…

Il clima, ci ricordano, sta cambiando… E fino a qui non ci piove (lo avessi detto quest’estate sarebbe parso un anatema) e il motivo per cui sta avvenendo questo cambiamento è sempre il solito; lei, la famigerata CO2. Era stata messa in cantina per circa due anni perché c’era nel mondo qualcosa di molto più importante; imperversava la seconda ondata di peste nera e bisognava correre più veloce della scienza per produrre LA soluzione. Ma finalmente ne siamo usciti e adesso tocca rientrare in un altro incubo. L’allarmante surriscaldamento globale che farà sciogliere i ghiacci, innalzare i mari e sommergere tutte le città costiere.

Aspetta, ma questo mantra non lo avevano già detto anni fa? Almeno sei o sette anni addietro…

In quel tempo imperversava in Italia un altro virus, chiamato così per il fatto che era contagioso ma anche per la sua statura da “diversamente alto”, che evito di evocare, ma che può essere scovato qui https://traterraecieloblog.wordpress.com/?s=mercalli, il quale, emulo di colui che oltreoceano fa di cognome “cancelli”, ossessionati entrambi dalla preoccupante crescita demografica mondiale, urlava dai palchi d’Italia la minaccia della devastazione delle coste e della sommersione delle isole se non si fosse posto fine alla produzione dei gas serra. Codesti avrebbero fatto sciogliere i ghiacci provocando così l’innalzamento delle acque dalla cui sciagura si sarebbe salvato solo Noè e qualche sodale a favore di tale supposizione.

Così, correva l’anno 2015…

Oggi, nel 2022, all’8 di Novembre invece…

…nulla è cambiato. Ma nemmeno le isole e le città costiere sono state sommerse. O, almeno credo… No, mi dicono che le isole non sono state ancora sommerse, altrimenti dove li sbarchiamo i migranti?

Ma riguardo alle temperature planetarie in aumento qualcuno non la vede così. Pazienza se lo dice il gommista sotto casa, con tutto il rispetto per i gommisti, ma se ad affermarlo è un’esperto mondiale come il dott. Roy Spencer allora gli darei un pizzico di credibilità.

Fonte: https://www.nogeoingegneria.com

Tra i tanti colpi e contraccolpi a furia di minacce e smentite, allarmismi e notizie confortanti, deve esserci qualcos’altro che sta succedendo in Italia perché, appena un governo prende una decisione che non aggrada a Loro, ecco che si fanno sentire ammonendo a loro modo chi dovrebbe gestire il Paese:

Fonte, sempre la stessa, la testata anti bufale per eccellenza: https://www.repubblica.it/

Tutto “normale”, se non fosse per questa predizione piuttosto azzeccata, condita da rilevamenti di aerei “spargi-cose” avvistati, copiosi, nei giorni e nelle notti precedenti.

Naturalmente queste ultime sono solo supposizioni, congetture strampalate per nulla credibili e senza alcuna connessione con presunte modifiche climatiche artificiali. Cose da fantascienza o da pellicole di Hollywoo…

…Ops!


5G autismo banche bill gates burioni consapevolezza controllo sociale coronavirus coscienza costituzione italiana covid-19 diritti fondamentali diritto alla resistenza DNA fake news gender global warming green pass ISIS LGBT libertà libertà di scelta manipolazione mediatica mario draghi mario monti mascherina mascherine massimo mazzucco migranti nuovo ordine mondiale obbligo vaccini oms pandemia paura Putin referendum risveglio delle coscienze Russia sara cunial scie chimiche scuola Siria Soros trump vaccini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...