Gentilezza e compassione cambiano la realtà

A cura di Giuliano

Facendo alcune ricerche per un progetto educativo sulle emozioni, che sto seguendo per dei bambini di scuola primaria, mi sono imbattuto in questo bellissimo video.

Si tratta di un cortometraggio del 2018 “The Joy Story: Joy and Heron”, di Passion Pictures che ha vinto l’Oscar come miglior film d’animazione. Dura solo 3 minuti ma il regista ha impiegato 3 anni per svilupparlo.

The Joy Story: Joy and Heron

Guardando il video e cogliendo il messaggio che esso porta, è che la vita può cambiare quando cambia la nostra prospettiva…

In rete ho trovato un’interessante analisi1 che condivido pienamente. In questa piccola storia possiamo evidenziare fondamentalmente tre aspetti positivi, che ci donano dei grandi insegnamenti, ovvero:

img da Twitter
  • Cambiando il modo in cui percepiamo una situazione, la situazione cambia
    Quando cambiamo la nostra percezione, cambiamo anche la nostra prospettiva, che in realtà significa “vedere” qualcosa da un punto di vista diverso, con occhi diversi. 
    Ciò non significa che l’esperienza non sia avvenuta. Significa semplicemente che attribuiamo un significato diverso all’evento. 
    Questo è esattamente quello che è successo a Joy nella storia di cui sopra. All’inizio Joy era arrabbiata con Heron per aver strappato i vermi e ha reagito ringhiando e abbaiando; tuttavia, quando Joy vide che Heron non stava prendendo i vermi per sé, ma piuttosto per nutrire i suoi piccoli affamati, il suo atteggiamento cambiò dalla rabbia alla compassione. 
    Il dottor Wayne Dyer (autore e relatore nel campo dell’autosviluppo) aveva sicuramente ragione quando ha detto: “Se cambi il modo in cui guardi le cose, le cose che guardi cambiano”.  
  • cerca prima di tutto di capire cosa sta realmente accadendo. 
    Evita di saltare alle conclusioni. Ottieni il quadro completo prima di esprimere giudizi o rispondere. 
    A volte ciò che vediamo è solo una parte del tutto. 
    Le nostre risposte o reazioni saranno distorte quando sono dirette solo a una parte e non all’intera situazione. 
    Stephen Covey (educatore e scrittore americano) aveva certamente ragione quando disse: “Cerca prima di capire, poi di essere capito.
  • La gentilezza ha un effetto a catena
    Nella nostra storia, la risposta di Joy di dare a Heron una partita di vermi è stata ricambiata da Heron che ha dato a Joy una partita di pesce. 
    Quando siamo gentili (amichevoli, generosi, premurosi), scateniamo una reazione a catena di bene e positivo. La gentilezza fa sempre la differenza, non solo per chi la riceve ma anche per chi la dona. 
    Ricorda, quando mostriamo gentilezza agli altri, mostriamo gentilezza anche a noi stessi perché i nostri atti di compassione risuonano dentro di noi. 
    Il narratore greco Esopo aveva certamente ragione quando disse: “Nessun atto di gentilezza, per quanto piccolo, è mai sprecato”.   

Questi sono tre semplici considerazioni che se ci pensi possono avere un potente effetto positivo sulla nostra vita di tutti i giorni e negli aspetti più disparati.

Se c’è un cosa da cui trarre beneficio in questi ultimi tempi di follia è che se sapremo guardare oltre le apparenze delle situazioni contingenti e cambiare, se pertinente e giustificato, le nostre percezioni iniziali l’Universo ci ripagherà per le nostre buone intenzioni.

Se poi, karmicamente parlando in modo semplicistico, consideriamo che noi stessi siamo lo specchio della realtà che ci riconda, è sempre cosa buona e giusta agire con gentilezza e compassione.

La gentilezza ha davvero un effetto a catena che porta a risultati anche di vasta portata. Pare che:

“il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo”

The Butterfly Effect film del 2004

In fin dei conti non possiamo sapere mai nulla della storia del prossimo, gli altri potremmo essere noi in momenti diversi della nostra vita. Questa piccola storia ci può aiutare e guidare in tute quelle situazioni che ad un primo impatto possono essere tuttaltro da ciò che apparentemente sembrano.

Manteniamo sempre la mente libera dai preconcetti e libera di pensare apertamente ed autonomamente.

Note:
1 https://authorbeckyjohnen.wordpress.com/2020/12/06/lessons-from-the-joy-story-joy-and-heron/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...